Chiesa dell'Annunziata

La chiesa apparteneva alla confraternita dell’Annunziata, fondata nel 1347 dal Beato Cecco e dalla Beata Michelina Metelli per dare sepoltura ai poveri e curare gli indigenti. Viene infatti costruita nella seconda metà del Trecento dove sorge la casa che la Beata Michelina dona nel 1356 ai confratelli. Ristrutturata completamente intorno alla metà del XVII secolo, viene modificata nel biennio 1714-’15 con l’inserimento nell’abside dell’ Annunciazione di Giuseppe Mazza (1653-1741), una scenografica pala in stucco che è una delle prove migliori dello scultore bolognese.

Nel 1784, due anni dopo la soppressione della Confraternita, la chiesa è ceduta alla famiglia Mosca cui si deve la committenza delle architetture illusionistiche dipinte nella cupola e delle figure dei santi nelle finte nicchie. Il risultato è un elegante costruzione settecentesca, con una decorazione interna caratterizzata dal raffinato alternarsi di toni pastello. Agli altari laterali si trovano due monumenti funerari: a destra, quello dedicato a Benedetto Mosca e Barbara Anguissola e alla loro figlia Bianca, a sinistra quello di Lucrezia Belluzzi sposa di Raimondo Mosca Barzi. 

Estintosi il casato dei Mosca nel 1938, l’edificio torna alla Diocesi per essere poi acquisito nel 1998 dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro che ne ha finanziato il restauro (2000) su progetto dell’architetto Celio Francioni. Oggi la chiesa viene usata come sede per eventi espositivi e culturali.

 

Sintesi tratta da: Federica Tesini, Pesaro. Itinerari di una città d’arte, Pesaro, Arti Grafiche Pesaresi Editore, 2009, p. 33

Link al sito del Comune di Pesaro

Annunziata's Church

The church, founded in 1347 by the Blessed Cecco and the Blessed Michelina Metelli for the burial of the poor and care of the indigent was the property of the Confraternity of the Annunziata. It was built during the second half of the 14th. century on the site of the Blessed Michelina’s house, which she had donated to the confraternity in 1356. The building was completely restructured around the middle of the 17th. century and modified during 1714-’15, with the inclusion in the abs of The Annunciation, a scenic stucco altarpiece, one of the finest works by the Bolognese sculptor Giuseppe Mazza (1653 -1741).

Two years after the suppression of the confraternity, in 1784, the church passed to the Mosca family who commissioned the trompe l’oeil painting in the dome and the figures of saints in the fake niches. The result is an elegant 18th. century building, with refined interior decoration of alternating pastel shades. There are two funerary monuments at the side altars, to Benedetto Mosca and Barbara Anguissola with their daughter Bianca on the right, and on the left the monument to the wife of Raimondo Mosca Barzi, Lucrezia Belluzzi.

When the Mosca family died out in 1938, the building reverted to the diocese, and was bought  in 1998 by the Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro, which financed its restoration by the architect Celio Francioni in 2000. The church is now used for cultural events and exhibitions.

 

Summary based on Federica Tesini, Pesaro. Itineraries of a city of art, Pesaro, Arti Grafiche Pesaresi Editore, 2009, p. 33

AZIONI SPECIFICHE

Coreografi residenti

Triennio 2018-2020

Residenze artistiche in TE.MA

Essere Creativo

Futura Scena

Giovani coreografi

Young Up!

Promozione del pubblico

Explorer 

Occhi da Marziani

Tratti in Movimento

© Hangartfest 2020

Teatro Maddalena, Piazza Del Monte 9, Pesaro 61121

CF & Partita Iva 02458750417

Cookie: Utilizziamo i cookie per offrire i servizi e le funzionalità proposte dal nostro sito web e per migliorare l'esperienza degli utenti. Maggiori informazioni

Chiesa Annunziata 3