ALBATROS

Pablo Ezequiel Rizzo, Alessandra Cozzi

4 Sett / ore 21

Teatro Maddalena

Piazza Del Monte, 9, Pesaro

ALBATROS

€ 9 intero / € 7 ridotto / € 5 carnet

ALBATROS
prima assoluta

4 SETTEMBRE - ore 21:00
TEATRO MADDALENA

di e con Pablo Ezequiel Rizzo e Alessandra Cozzi / AiEP
coreografia e concept Pablo Ezequiel Rizzo
interpreti Alessandra Cozzi, Pablo Ezequiel Rizzo
costumi e scenografia Mara Pieri
dramaturg Eliana Rotella
light designer Fabio Brusadin

Coprodotto da Hangartfest e Ass. Aiep Ariella Vidach
Sostenuto da Studio 21 e Movimento Danza
Progetto finalista del bando “Residanza – La casa della nuova coreografia 2021” promosso nell’ambito del progetto Gap! Change! Now!
Projects for the next dance generation – Movimento Danza 2018/2021 in collaborazione con il Teatro di Napoli – Teatro Nazionale

Durata: 30’

“Natura! Ne siamo circondati
e avvolti, incapaci di uscirne,
incapaci di penetrare più dentro di lei.
Crea forme eternamente nuove;
ciò che esiste non è mai stato;
ciò che fu non ritorna
tutto è nuovo, eppur sempre antico.”
(Goethe, Urpflanze)

Albatros nasce come studio biologico e comportamentale di alcune tipologie di animali per poi evolvere verso un’indagine sul concetto di "natura" e di “naturale”, attraverso una definizione che comprende nella sua molteplicità di significati, l’inclusione degli strumenti tecnologici prodotti dall’immaginazione creativa umana. Avvolti dalla luce e sepolti dall’oscurità, i corpi creano immagini ibride, a tratti aliene, che mutano verso la composizione di figure antropomorfe, rivelando infine un misterioso corpo cibernetico. Traendo ispirazione dalla teoria cyborg della biologa e filosofa Donna Haraway, l’intera danza sfrutta l’androginia e la somiglianza dei performer per inaugurare un nuovo modo di pensare l’identità sessuata, superando la maniera dualistica di contrapporre il maschile al femminile.

PABLO EZEQUIEL RIZZO nasce a Mar del Plata, Argentina. Nel 2004, si trasferisce in Italia e continua la sua formazione artistica come performer al centro culturale “Il Funaro” di Pistoia e come attore fisico al “Teatro Metastasio” di Prato. Successivamente si dedica interamente allo studio della danza, classica e contemporanea. Nel 2019 si diploma al corso di Teatrodanza presso la Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi sotto la direzione di Marinella Guatterini. Studia con maestri come Maria Consagra, Paola Lattanzi, Ariella Vidach, Biagio Caravano (MK), Olivier Dubois, Julie Ann Stanzak (Tanztheater Wuppertal Pina Bausch). Lavora successivamente con Alessio Maria Romano, Compagnia Nanou e con nomi internazionali come Elie Tass (le ballets C de la B), Zero Visibility Korp e Petra Fornayova. Durante il percorso accademico sviluppa il suo interesse per la creazione coreografica, dando inizio alla sua carriera, volta a un tipo di ricerca sul corpo e sulla voce capace di interagire con la tecnologia e con le nuove materie inorganiche. Nell’estate del 2020 fonda il Collettivo CIW e vince la menzione speciale della giuria all'Hangartfest di Pesaro con RABEXPRESS. Nel 2021 è tra i finalisti del bando Residanza di Gabriella Stazio, grazie al quale viene inserito all'interno del progetto NUDA.
Attualmente è sostenuto dall'associazione Aiep di Milano, da Movimento Danza di Gabriella Stazio e dal festival Hangartfest di Pesaro.