1/6
granito
work in progress
 
coreografia francesca antonino, laura chieffo, ilaria quaglia
collettivo munerude (italia)
 
lavoro selezionato per 
essere creativo residency project

progetto promosso da hangartfest e amat

 
29/9 
 in forma
 di studio
 
chiesa della maddalena, pesaro

 

29 settembre, ore 21:00 
      
 
Ingresso: € 8 intero / € 6 ridotto scuole di danza
biglietto valido anche per lo spettacolo che segue,
BEAST WITHOUT BEAUTY, alle ore 22:00 alla Chiesa dell'Annunziata

Biglietteria e prenotazioni: AMAT, tel. 071 2072439 e

Call Center Spettacolo delle Marche tel. 071 2133600. 

Botteghino aperto 1 ora prima allo Scalone Vanvitelliano 

Progetto: Collettivo Munerude

 

Di e con: Francesca Antonino, Laura Chieffo, Ilaria Quaglia

 

Musiche: Gabriele Ottino

Disegno luci: Andrea Amadei

Costumi: Giulia Soldà

 

Con il sostegno di: Cavallerizza Irreale-Torino, H(abitat) - Rete di Spazi per la Danza/Leggere Strutture/Comune di Budrio, ART BO, ALDES/SPAM! rete per le arti contemporanee.

 

Progetto finalista al Premio Twain 2018

Durata: 30 minuti

Nota bene: lo spettacolo fa uso di luci stroboscopiche e sono presenti scene di nudo parziale

Granito_di graminacea, che ha messo i chicchi (grani); per est. di ogni pianta in fase avanzata di maturazione.

 

Granito nasce da un processo di ricerca sulla decomposizione organica, con la parola si intende anche un’inarrestabile disgregazione morale o sociale. 

Granito presta attenzione al disfacimento degli organismi, celebra la materia sfatta, informe e deforme, mette a fuoco le grinze, le sfumature di colore, le imperfezioni, il marcio e la decadenza, il vizzo ed appassito. Riflette sull'importanza di lasciare andare, di cedere al tempo, di accogliere ciò che muta.

Granito attraversa processi di disgregazione sociale e fa riferimento alla cultura rave, in quanto celebra corpi segnati, “guarda in faccia il marcio” e lo interiorizza. Attraverso il rituale e la ripetizione, poggiandosi su un ritmo che invade il corpo e lo esaspera, con Granito si cerca la sparizione della materia, per trasformare il corpo in traccia di energia. Si vuole portare in luce il risultato di un processo invisibile – la decomposizione - messo in atto da un micro-universo di organismi che agiscono per far scomparire la materia e rilasciare energia all'ambiente circostante.

Si auspica una relazione tra corpi invisibili, che ripercorrono spazi ed immagini universali.

Curricula artisti link

Azioni specifiche

Essere Creativo

Young Up!

Promozione del pubblico e Sensibilizzazione

Explorer 

Associazione Hangartfest, Via Ponchielli 87, Pesaro, Marche, Italy

CF & Partita Iva 02458750417