HANGARTFEST NEI DISEGNI DEGLI STUDENTI DELL’ISIA DI URBINO


È online Tratti in Movimento, progetto vincitore del bando Refresh!
HANGARTFEST NEI DISEGNI DEGLI STUDENTI DELL’ISIA DI URBINO
Suggestive fusioni di linguaggi artistici con l’incontro tra arte visiva e danza

Si è concluso, con la pubblicazione di una mostra online e del relativo catalogo digitale, Tratti in Movimento, il programma di sensibilizzazione del pubblico ideato da Hangartfest, festival di danza contemporanea sostenuto dal MIBACT, dalla Regione Marche e dal Comune di Pesaro. Il progetto, realizzato in collaborazione con ISIA Urbino, AMAT e Proartis è risultato tra i vincitori del bando REFRESH! Lo spettacolo delle Marche per le Nuove Generazioni a cura del Consorzio Marche Spettacolo e ha visto coinvolti gli studenti dei corsi del Triennio, Editoria e Illustrazione dell’ISIA di Urbino con l’obiettivo di avvicinarli al teatro e, in particolare, alla danza contemporanea tramite un percorso fatto da visioni di spettacoli e da incontri di approfondimento a cura di esperti di danza. Le suggestioni catturate dagli studenti, durante la visione delle performance, sono state poi da essi elaborate e restituite sotto forma di illustrazioni, nonché, appunto, di tratti in movimento. Il progetto, che rientra nell’attività più ampia che Hangartfest rivolge alla sensibilizzazione degli spettatori, dimostra come quest’ultima sia più efficace se collegata agli interessi dei destinatari.

«Abbiamo trovato negli studenti dell’ISIA gli interlocutori perfetti – afferma Antonio Cioffi, direttore artistico di Hangartfest – che hanno intercettato punti di incontro tra il tratto pittorico o grafico con il movimento del danzatore in palcoscenico

Partner di questa iniziativa sono anche AMAT, che condivide l’impegno nella sperimentazione formativa intorno alle arti performative, con il compito di arricchire il percorso di spunti e visioni, e Proartis con il ruolo di sostegno sul piano operativo. «Purtroppo l’arrivo della pandemia – prosegue Cioffi - ha messo a serio rischio la realizzazione del progetto. Gli spettacoli individuati venivano cancellati l’uno dopo l’altro, motivo per cui abbiamo dovuto affiancare alle performance in presenza la visione online e gli incontri di approfondimento a distanza

Comunque gli studenti hanno potuto assistere dal vivo tra settembre e ottobre, durante la tregua concessa dall’emergenza sanitaria, allo spettacolo Homing di Marta Bevilacqua, andato in scena al Teatro Maddalena nel contesto di Hangartfest e a due performance di Rosita Mariani a Fermignano e a Peglio, grazie alla collaborazione con l'Associazione Indipendance. Ho lasciato libertà nella scelta e nella fruizione degli spettacoli – dice la curatrice degli incontri Gloria De Angeli, dottoressa in Discipline Teatrali e Danzaeducatrice - e ho chiesto che le opere prodotte fossero dettate dalle emozioni e dalle interpretazioni personali. Il risultato è stata la trasposizione della performance, nella sua essenza, in un diverso codice espressivo, dando adito a nuovi significati

«Alla luce del contesto incerto che ci ha accompagnato – afferma Claudia Riccardi, coordinatrice del progetto - gli esiti sono impressionanti. Il merito è soprattutto dell’entusiasmo con cui gli studenti hanno accolto, sotto la guida del direttore dell’ISIA Urbino Jonathan Pierini, le nostre proposte

La mostra online e il relativo catalogo digitale sono visibili e scaricabili sul sito web, anch’esso ideato e realizzato dagli studenti dell’ISIA, www.trattinmovimento.cloud