Interfaccia Digitale (selection) alla Giornata della Danza organizzata da Indipendance a Fermignano



Si svolgerà a Fermignano la VII edizione della manifestazione 29 aprile | Giornata della Danza promossa dall’associazione culturale Indipendance con un programma di proposte inclusive per la comunità ed eventi gratuiti in spazi urbani e al chiuso con l’obiettivo di avvicinare la danza alle persone e sempre più persone alla danza, valorizzando il paesaggio architettonico e naturalistico del territorio.

L’evento, che si contraddistingue per l’attenzione rivolta ai linguaggi contemporanei della danza, si tiene in concomitanza con la Giornata Internazionale della Danza istituita nel 1982 per il Comitato Internazionale della Danza – CID dell'Istituto Internazionale del Teatro (ITI-UNESCO).

«La Giornata della Danza - sostiene Gloria De Angeli, Direttrice artistica di Indipendance - sposta ancora più in là l’idea di condivisione della pratica artistica, mettendo al centro di ogni azione le persone, gli spettatori, i cittadini. Nelle precedenti edizioni gli spazi urbani venivano abitati dalla danza che ne trasformava il senso quotidiano con un pubblico spettatore di questo cambio di punti di vista, quest’anno sarà il cittadino stesso ad abitare in modo nuovo gli spazi del paese, assumendosi la responsabilità dell’atto creativo


Nel programma anche il progetto coreografico The Space Between della Compagnia DNA che si ispira all’opera Terzo Paradiso di Michelangelo Pistoletto.


Accanto alle performance, presso l’Enoteca Calice DiVino, a partire dalle 18.00 e fino a orario di chiusura la proiezione in loop di una selezione di opere di video danza presentate nel corso dell’ultima edizione di INTERFACCIA DIGITALE 2021 a cura di Hangartfest. La video installazione è inserita all’interno della sezione INDIALOGO dedicata all’interazione tra la danza e altri linguaggi e forme di espressione artistica.


I video presentati da Hangartfest sono: αὐτοψία di Rossana Abritta (vincitrice Premio Interfaccia Digitale 2020), Il costume di Valdrata di Silvia Autorino, After di Giulia Cermelli, If we can change di Angelo Egarese, u m a n u d i t à di Loredana Furno, Zeroth di Samar Khorwash, The event horizon di Luigi Linardi (vincitore Premio Interfaccia Digitale 2021), Fraintendimenti di Alexandre Manuel, Ho scavato una luna nel mio giardino di Niyayesh Nahavandy, Ftalo/Naranja di Florencia Emilia Ramón, The power of slowness di Dario Rigaglia, Indizio n. 36 di Elena Sgarbossa e The Ranch is empty di Natalia Vallebona.




(foto in alto The event horizon di Luigi Linardi, foto in basso Ho scavato una luna nel mio giardino di Niyayesh Nahavandy)