VIDEO BOX / MICHELA PAOLONI

Video Box
DIALOGUE 1, 3'19
DIALOGUE 2, 2'48
PIANISSIMO, 4'40

di Michela Paoloni

€ 5 posto unico numerato (il biglietto include gli altri video proiettati nella stessa serata)

DIALOGUES
Dialogues nasce come viaggio esplorativo della relazione tra corpo e manufatto artistico. Il progetto si interroga sulla relazione emotiva che si genera tra i due soggetti del dialogo: il visitatore e l’opera d’arte e si proietta nel ‘liquido’ confine tra immagine e immaginazione.

Dialogue n1:
dialogo con l’opera Tridimensionale polimaterico di G. Papagni

Dialogue n2:
dialogo con Riser di W. Timm
I video sono stati realizzati in collaborazione con il museo di Palazzo Buonaccorsi che ha messo a disposizione il suo archivio e da cui sono state scelte le opere.
Si ringrazia per la consulenza la storica dell’arte Giuliana Pascucci
Ideazione e realizzazione: Michela Paoloni
Consulenza video: Stefano Baioni

PIANISSIMO
Che voce ha un luogo? Quali suoni segreti custodisce e attraverso i quali circonda chi lo attraversa? Canto di sirena ammaliatrice. Come Ulisse incatenato all’albero della sua nave il viandante resiste o cede e naufraga nei suoni di un luogo? Il luogo-corpo a sua volta come si muove in/con questi suoni? Indagare i ‘pianissimo’ di un luogo diviene una ricerca per il corpo affascinante, poiché lo mette in comunicazione con i ‘pianissimo’ del suo abitare se stesso, alla scoperta di relazioni e reazioni nuove con lo spazio circostante. I suoni e il corpo si fanno spazio a vicenda, si manifestano e si nascondono.
Il paesaggio naturale diviene un archivio potente sia a livello uditivo che visivo, che permette a chi lo attraversa di esserne nuovo interprete. La ricerca del gesto in tal senso non vuole dirigersi verso un panismo, ma vuole indagare una prospettiva differente che si colloca tra il percepito e l’agito.
Ideazione, regia e interpretazione: Michela Paoloni

MICHELA PAOLONI inizia la sua formazione nelle Marche attraverso lo studio della danza classica e contemporanea; il suo percorso artistico quasi fin da subito si arricchisce grazie all’ incontro con coreografi nazionali e internazionali. Nel 2006 si laurea in ‘ Storia del Teatro e dello Spettacolo ‘ con una tesi sul teatro giapponese e svolge dei laboratori sul movimento scenico in collaborazione con la regista Allì Caracciolo presso l’Università di Macerata. Nel 2012 consegue il diploma come insegnante del metodo Nikolais (Nikolais/Louis technique) sotto la direzione di Simona Bucci approfondendo lo studio dell’analisi del movimento sia nella didattica che nella composizione. Dall’incontro con il video maker Luca Giustozzi inizia ad interessarsi alla regia per lavori site specific. Parallelamente all’attività di danzatrice intraprende un percorso autoriale e diviene artista associata della Compagnia Simona Bucci. Dal 2015 è coinvolta anche in esperienze estere (Atelier de Paris-Carolyn Carlson) dove approfondisce la ricerca sulla composizione coreografica.

Project Gallery